Formalmente incriminato l'attentatore di Melbourne

Il rifugiato afghano accusato di 18 tentativi di omicidio, quante sono state le persone che ha investito a ferito con il suo fuoristrada.

Saeed Nouri

Saeed Nouri

globalist 23 dicembre 2017

Saeed Nouri, il trentaduenne di origini afghane che, a Melbourne, a bordo di un Suv ha travolto volontariamente 18 persone è stato formalmente incriminato dalla giustizia australiana. A Nouri sono state contestate 18 accuse di tentativo d'omicidio e anche di condotta pericolosa. Lo ha reso noto la polizia dello Stato di Victoria.
Nouri ha un passato di abuso di sostenze stupefacenti e di turbe mentali.
Le ragioni del gesto del rifugiato afghano (che ha ottenuto da tempo la nazionalità australiana) non sono ancora chiare, sebbene abbia parlato di ''voci'' e di volontà di vendicare i "maltrattamenti ai musulmani".


Secondo il canale ABC, Noori non ha depositato una richiesta di libertà provvisoria quando si è presentato in tribunale. La testa stretta tra le mani, l'uomo ha nostrato commozione nel vedere, nell'aula, la madre in lacrime.
Il magistrato ha richiesto un esame psichiatrico e una nuova udienza è prevista per mercoledì.
Dodici delle vittime sono ancora in ospedale, tre in condizioni critiche.