Doppio attentato suicida a Baghdad: strage di braccianti in cerca di lavoro

Il bilancio parla di 38morti e di una novantina di feriti. Presa di mira una zona dove, la mattina, si riuniscono braccianti in cerca di un ingaggio di lavoro.

Attentato a Baghdad

Attentato a Baghdad

globalist 15 gennaio 2018

Due attentatori suicidi si sono fatti esplodere su Al-Tayyaran Square, nel centro di Baghdad, provocando la morte di 38 persone ed il ferimento di molte decine, la maggior parte delle quali braccianti in attesa di un ingaggio.

Il dottor Abdel Ghani Al-Saadi, direttore generale della sanità per la parte orientale di Baghdad, ha fissato il bilancio degli attentati di 38 morti e 90 feriti.
Al-Tayaran Square è un importante snodo commerciale di Baghdad e un punto d'incontro per i braccianti che si recano di buon mattino per trovare lavoro. La zona è stata presa di mira molte volte da attacchi, spesso mortali.
L'attacco non è stato ancora rivendicato. In dicembre l'Iraq ha annunciato la "fine della guerra" contro l'Isis. Tuttavia, cellule jihadiste sono ancora attive a nord della capitale irachena.