L'annuncio di Trump: catturati cinque importanti leader dell'Isis

Si tratta di quattro iracheni e un siriano: si nascondevano tra Siria e Turchia.

Un gruppo di jihadisti dell'Isis

Un gruppo di jihadisti dell'Isis

globalist 10 maggio 2018

Il pericolo jihadista andrà avanti: cinque tra i leader dell'Isis più ricercati sono stati catturati. Ne ha appena dato notizia il presidente statunitense, Donald Trump, su Twitter, e contemporaneamente è apparso un articolo sul New York Times, da Baghdad.

Gli arresti sono stati compiuti grazie al lavoro dell'intelligence irachena e statunitense e sono il frutto di un'operazione di tre mesi; il gruppo di leader dell'Isis, quattro iracheni e un siriano, si nascondeva tra Siria e Turchia.
L'intelligence irachena ha confermato la notizia degli arresti, ma non ha fornito alcun dettaglio sul ruolo avuto da americani e turchi. I leader dell'Isis arrestati sono Saddam Al-Jamal, Omar Shahab Al-Karbouli, Issam Al-Zawba'ie, Mohammed Al-Qadir e Ismail Alwaan al-Ithawi, conosciuto come Abu Zeid al-Iraqi. Ithawi, descritto dalle autorità irachene come un alto consigliere del leader dell'Isis, Abu Bakr al-Baghdadi, viveva in Turchia.
Le autorità turche avrebbero arrestato Ithawi lo scorso 15 febbraio, consegnandolo poi all'Iraq. L'intelligence irachena e statunitense avrebbero poi, per settimane, interrogato Ithawi, ottenendo informazioni sulla posizione di altri leader dell'Isis.
La coalizione guidata da Washington ha usato queste informazioni per lanciare un raid, a metà aprile, nel distretto di Deir el-Zour, in Siria, in cui sono morti 39 presunti membri dell'Isis.
Poi, costretto sempre dall'intelligence, Ithawi ha contattato diversi miliziani dell'Isis che si nascondevano in Siria, convincendoli a varcare il confine. Le autorità irachene li hanno arrestati non appena sono entrati nel Paese. Curioso che Trump abbia dato l'annuncio non appena la notizia è stata diffusa da Fox News, citando proprio il New York Times.