Mosul: francese di 27 anni condannata all'ergastolo per appartenenza all'Isis

La donna, Melina Boughedir, si difende: "mio marito mi ha ingannata, sono innocente"

Melina Boughedir

Melina Boughedir

globalist 3 giugno 2018

Melina Boughedir, donna di origine francese, è stata condannata all'ergastolo da una coprte irachena per appartenenza all'Isis. La donna, di appena 27 anni, è stata catturata a Mosul l'anno scorso mentre era insieme ai suoi figli minorenni ed era già stata condannata in primo grado a sette mesi per ingresso illegale nel paese. 


Oggi la nuova sentenza, aggravata dall'accusa di appartenenza allo Stato islamico. "Sono innocente, mio marito mi ha ingannato e ha minacciato di partire con i miei figli", ha detto la donna in aula.


Il caso di Melina si va a sommare a tutti quelli di altre donne condannate all'ergastolo o a morte per colpa dei mariti, membri dell'Isis, spesso morti o fuggiti in seguito alle sconfitte dello Stato islamico.