Camerun, rilasciati i 79 studenti rapiti: la preside e un insegnante ancora prigionieri

Erano stati sequestrati lunedì scorso dalla scuola presbiteriana vicino a Bamenda, capitale della regione anglofona nel Nordovest del Paese

Una manifestazione a Bamenda in Camerun

Una manifestazione a Bamenda in Camerun

globalist 7 novembre 2018

Sono stati rilasciati i 79 studenti rapiti lunedì scorso in una scuola cristiana presbiteriana della città di Bamenda, capoluogo della regione anglofona del Nordovest del Camerun. Lo riferiscono fonti della sicurezza secondo cui è stato rilasciato anche l'autista dello scuolabus a bordo del quale viaggiavano, mentre sono ancora in ostaggio dei rapitori il preside e un insegnante della scuola.
Gli studenti sono apparsi provati dalla prigionia. Il loro rapimento rientra in una escalation di violenze messa in atto dai gruppi armati della regione anglofona contro il governo centrale francofono di Yaoundé, che accusano di discriminazione.
"Tutti i 79 studenti - ha annunciato Baker Tchiroma, ministro della Comunicazione camerunense - sono stati rilasciati". Il ministro non ha però specificato le condizioni in base alle quali è stata ottenuta la loro liberazione aggiungendo di non conoscere neanche le sorti dei membri della direzione della scuola ancora nelle mani dei rapitori. È la prima volta che accade in Camerun un simile rapimento di massa.