In viaggio a Tenerife per sfregiare la ex con l'acido: arrestato un italiano

Si tratta di un 45enne di Busto Arsizio fermato in aeroporto alle Canarie. La vittima, una 26enne spagnola, ha subito ustioni al viso: da mesi continuava a ricevere messaggi minatori da parte dell'ex

In viaggio a Tenerife per sfregiare l'ex con l'acido: arrestato un italiano

In viaggio a Tenerife per sfregiare l'ex con l'acido: arrestato un italiano

globalist 23 novembre 2018

E' volato dall'Italia a Tenerife per sfregiare l'ex compagna con l'acido perché non si era rassegnato alla fine della loro relazione. Ed è stato arrestato dalla polizia spagnola mentre tentava di prendere un aereo per tornare a casa. Si tratta di Matteo Albanesi, quarantacinquenne di Busto Arsizio.
L'uomo è volato alle Canarie, si è appostato sotto casa della ex e quando l'ha vista arrivare, spalleggiato dalla presunta nuova fidanzata, le ha gettato dell'acido sul volto. Secondo le informazioni raccolte dalla polizia di la Laguna, località di Tenerife dove vive la vittima, l'aggressione è avvenuta intorno alle 21.30 di martedì scorso: Maria Candelaria, 26enne spagnola, stava tornando a casa, quando si è trovata davanti l'ex fidanzato e una donna. Senza parlare l'uomo ha sfilato una boccetta dalla tasca e le ha versato il contenuto sul volto, poi è fuggito salendo a bordo di un'auto posteggiata poco lontano.
Due le persone che hanno assistito alla scena e che, sotto shock, hanno soccorso la ragazza e dato l'allarme. La giovane spagnola, portata all'ospedale, ha subito ustioni al viso, al collo e a un occhio giudicate non gravissime.
Agli agenti Maria ha immediatamente indicato l'ex fidanzato italiano quale responsabile della sua aggressione, dopo aver ricordato ai poliziotti di aver sporto varie denunce insieme al nuovo compagno, perché da mesi continuava a ricevere messaggi minatori da parte del 45enne. L'ultimo a poche ore dalla brutale aggressione.
Fermato in aeroporto Albanesi è stato condotto nel carcere di Tenerife con l'accusa di lesioni aggravate e violenza di genere. Quando sono stati fermati dagli agenti il 45enne e la sua compagna si sarebbero giustificati dicendo di essere lì per una vacanza di due giorni e di essere impegnati in una partita di un gioco online.