I 4000 corpi sotto le macerie di Mosul, testimonianza dell'orrore dell'Isis

Dalla liberazione di Mosul, nell'estate 2017, dalle macerie sono stati estratti oltre 4000 corpi, tra cui 851 bambini non identificati.

Le rovine di Mosul

Le rovine di Mosul

globalist 3 dicembre 2018

Dalle macerie di Mosul, liberata dall'Isis nell'estate del 2017, sono stati estratti 4.650 corpi senza vita, vittime del terrore dello Stato Islamico, dei bombardamenti, di una guerra che ha devastato la città a causa della follia del fondamentalismo. 


I dati agghiaccianti sono stati resi noti oggi dalla Commissione dei Diritti Umani irachena, che ha inoltre aggiunto per voce del responsabile Fadil al Gharawi: "tra i corpi senza vita ci sono 851 corpi di bambini non identificati". 


Molti corpi sono ovviamente anche di appartenenti allo stato islamico. Degli oltre 4000 corpi, solo la metà sono stati identificati. Per gli altri, rimane il mistero di quale vita sia stata spezzata.