Nessuna agonia per Julen: è morto il giorno della caduta

Secondo fonti dell'inchiesta, il bimbo sarebbe morto il giorno stesso della caduta.

Il papà di Julien

Il papà di Julien

globalist 27 gennaio 2019

Sul corpo del piccolo Julen - il bimbo di due anni morto dopo essere caduto il 13 gennaio scorso in un pozzo a Totalan, vicino Malaga, in Spagna - è stato riscontrato un "grave trauma cranio-encefalico" e un "politraumatismo compatibile con la caduta". Questo il rapporto preliminare dell'autopsia compiuta sabato da cinque medici legali e di cui riferisce 'El Mundo'.


Secondo fonti dell'inchiesta, il bimbo sarebbe morto il giorno stesso della caduta: il trauma alla testa, stando alle ricostruzioni, sarebbe stato provocato dalla successiva caduta di pietre e altri sedimenti. Il bimbo sarebbe precipitato rapidamente fino al punto in cui - a 71 metri di profondità - sabato mattina è stato recuperato il suo corpo.