Si rovesciano due barconi a largo del Gibuti, 130 migranti dispersi in mare

L'agenzia dell'Onu per le migrazioni si è recata sul posto ed è riuscita a salvare 1 solo sopravvissuto e recuperare cinque corpi

Un barcone rovesciato

Un barcone rovesciato

globalist 29 gennaio 2019
Due barconi su cui viaggiavano 130 migranti si sono rovesciati a largo delle coste di Gibuti, secondo quanto rende noto l'agenzia delle Nazioni Unite per le migrazioni. La stessa fonte ha confermato che un suo team si è recato sul posto ed è ruscito a trarre in salvo un sopravvissuto. Altri cinque cadaveri sono stati recuperati, mentre le operazioni di ricerca stanno proseguendo. 
Dei testimoni hanno detto che le due imbarcazioni erano sovraccariche e si sono rovesciate circa mezz'ora dopo esser salpate. Migranti dalla regione del Corno d'Africa spesso salpano dalle coste di Gibuti per traversare lo stretto di Bab al-Mandab diretti verso la penisola araba, con la speranza di trovare lavoro nei ricchi Paesi del Golfo.