Conte in visita a Baghdad: "Continueremo ad assicurare il nostro sostegno contro Daesh"

Il premier ha incontrato il primo ministro iracheno Adel Abdul Mahdi. "Daesh rappresenta ancora una minaccia, serve attenzione".

Giuseppe Conte e Adel Abdul Mahdi

Giuseppe Conte e Adel Abdul Mahdi

globalist 6 febbraio 2019
Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha parlato in conferenza stampa a Baghdad con il primo ministro iracheno Adel Abdul Mahdi: "Gli sforzi iracheni per sconfiggere Daesh sono stati fondamentali, ma dobbiamo essere consapevoli che l'insorgenza di Daesh rappresenta ancora una seria minaccia che richiede una vigile attenzione e uno sforzo anche collettivo.
L'Italia è uno dei principali contributori: cerchiamo di dare soprattutto una mano nell'addestramento militare e di polizia e lavoriamo anche per incrementare la cooperazione in campo economico, sociale, culturale".
"L'Italia - ha proseguito - è stata e rimarrà vicina al popolo iracheno. E' stata vicina nei momenti più difficili, che grazie a Dio sono alle spalle: grazie al sacrificio del popolo iracheno e all'impegno delle forze armate irachene. Continueremo ad assicurare il nostro sostegno e appoggio anche in questa fase di stabilizzazione e ricostruzione".
Nel pomeriggio Conte sarà a Erbil dove incontrerà il primo ministro del governo regionale del Kurdistan, Barzani. A seguire, si recherà in visita alla base Camp Singara al contingente italiano impiegato nella missione ‘Prima Parthica’.