Usa: dopo i commenti negativi su Trump, Darroch non è più ambasciatore del Regno Unito

Aveva definito Trump "inetto e incompetente". Il tycoon per tutta risposta aveva detto: "non avremo più rapporti con lui

Kim Darroch

Kim Darroch

globalist 10 luglio 2019
Sbarcato negli Stati Uniti come ambasciatore del Regno Unito nel 2016, Sir Kim Darroch è salito alla ribalta nelle ultime settimane per alcuni commenti molto negativi sull'amministrazione Trump che lo hanno reso inviso al presidente e hanno posto fine a una carriera diplomatica durata 40 anni. 
'Kimbo', come è soprannominato Darroch, nel curriculum vanta l'incarico di consigliere in Europa per il premier Tony Blair, a cui si aggiunge quello di rappresentante permanente presso l'Ue. Tra il 2012 e il 2015, invece, si è occupato di sicurezza nazionale per il premier David Cameron.
Darroch, come ricorda Politico, si recò in visita alla Casa Bianca poco dopo l'insediamento di Donald Trump e impressionò il presidente con una performance televisiva davanti alle telecamere di Fox News: "Lei diventerà una star televisiva", disse The Donald, ignorando che proprio l'ambasciatore sarebbe diventato un critico severissimo dell'amministrazione.
A Washington, il diplomatico - come sottolinea il Guardian - si è distinto per la capacità di creare legami con membri rilevanti dell'amministrazione: il consigliere Kellyanne Conway, il segretario al Tesoro Steven Mnuchin, quello al Commercio Wilbur Ross sono stati regolarmente ospiti dell'ambasciatore, che ha anche accolto l'ex portavoce della Casa Bianca Sarah Sanders per un pranzo privato.