Orban criminalizza le Ong: "Nuotano nell'oro, l'Europa non deve aiutarle"

Secondo il premier ungherese le Ong avrebbero un network di organizzazioni internazionali alle spalle che le aiutano finanziariamente

Salvini e Orban

Salvini e Orban

globalist 12 luglio 2019
L'amico di Salvini e nemico dei migranti Viktor Orban, premier ungherese, responsabile del filo spinato ai suoi confini che Salvini vuole imitare per bloccare la rotta balcanica, ha attaccato con violenza le Ong, definendole "aggressive" e sostenendo che nuotino nel denaro grazie a "network internazionali" che hanno alle spalle. 
"I gruppi della società civile, o quelli che si presentano come tali, finanziati e organizzati in maniera non trasparente, sono il punto di riferimento di politici favorevoli all'immigrazione" ha dichiarato Orban. 
Il premier ungherese è convinto che le organizzazioni non debbano avere accesso a fondi europei: "Questo è un argomento su cui ci batteremo in futuro".