Picchiata per la quinta volta perché lesbica, l'inferno di Charlie Graham: "Vivo nella paura"

I continui attacchi hanno trasformato la vita di Charlie in un inferno: "Ho attacchi di panico e di ansia al solo pensiero di uscire di casa"

Charlie Graham

Charlie Graham

globalist 17 gennaio 2020
Una ragazza seduta sul pavimento, in lacrime, coperta di sangue: si chiama Charlie Graham, è inglese, ed ha subito un'aggressione omofoba. E non per la prima volta, ma la quinta. Secondo quanto racconta lei stessa su Facebook, due ragazzi l’avrebbero attaccata alle spalle, procurandole vistose ferite al volto e alle ginocchia. Lei ha deciso di pubblicare le foto e, intervistata dal “Daily Star”, ha raccontato di essere stata colpita alla nuca e di essere caduta. Avrebbe provato a rialzarsi, ma gli aggressori l’hanno spinta di nuovo: “Poi i due ragazzi sono scappati. Mi hanno lasciato sanguinante e spaventata”.
I continui attacchi hanno trasformato la vita di Charlie in un inferno: "Ho attacchi di panico e di ansia al solo pensiero che tornando a casa possano capire dove vivo e decidere di entrare. molto importante per me che le foto siano condivise. Le persone devono sapere che c’è gente là fuori pronta ad attaccarti per qualunque motivo, che si tratti della tua sessualità, del colore della tua pelle, per come cammini o ti vesti”.