Istanbul, un aereo finisce fuori pista e si spezza in due: 120 feriti

I passeggeri sono stati fatti evacuare passando dalle fessure nella struttura dell’aereo e dalle uscite di emergenza posteriori. Il velivolo era in arrivo da Smirne.

L'aereo

L'aereo

globalist 5 febbraio 2020
Almeno 120 persone sono rimaste ferite per un incidente incredibile avvenuto all'aeroporto di Istanbul, dove un aereo è uscito di pista e si è spezzato in due. Lo ha reso noto il prefetto locale, Ali Yerlikaya, aggiornando il precedente bilancio di 52 persone ferite e precisando che quelle in gravi condizioni sono "uno o due".
I passeggeri sono stati fatti evacuare passando dalle fessure nella struttura dell’aereo e dalle uscite di emergenza posteriori. Il velivolo era in arrivo da Smirne. Da una prima ricostruzione il jet è decollato alle 17.22 ora locale (le 15.22 in Italia): quando il volo si è avvicinato allo scalo di Istanbul sull’area c’era un temporale.
Dalla torre di controllo hanno riferito ai piloti che la pista utilizzata era la 6. Quando alle 18.17 da quella striscia di tre chilometri è decollato un aereo ha comunicato — come da prassi — i parametri meteorologici: vento con raffichefino a 21 nodi (circa 39 chilometri orari). Subito dopo è atterrato il volo Pegasus proveniente da Smirne, ma a quel punto le raffiche avevano toccato i 30 nodi (quasi 56 chilometri orari). Vento così variabile che il controllore di volo avrebbe anche spiegato a un altro aereo pronto a partire di aspettarsi un cambio di pista proprio per poter decollare in condizioni più favorevoli.