Svizzera: il paese dice sì all'introduzione del reato di omofobia

L'integrazione della già esistente legge anti-discriminazione è stata sottoposta a referendum. Favorevole il 62% degli elettori.

Parlamento svizzero

Parlamento svizzero

globalist 9 febbraio 2020

Notizia storica per la comunità Lgbt in Svizzera dove da oggi l'omofobia è reato. L’emendamento della legge sulle discriminazioni, che nel paese elvetico contempla punizioni per emarginazioni razziali, etniche e religiose, è stato infatti sottoposto a referendum.


Stando alle proiezioni gfs.bern rilanciate dai media svizzeri il 62% degli elettori ha approvato la modifica e in virtù di ciò anche la discriminazione nei confronti delle persone Lgbt sarà perseguita penalmente.