Il Regno Unito non contrasta il coronavirus: raddoppiano i morti, aumentano i contagi

Nelle ultime 24 ore i decessi sono passati da 11 a 21. Il numero totale di casi confermati in Gran Bretagna è salito a 1.140 rispetto ai 798 di venerdì.

La metropolitana di Londra

La metropolitana di Londra

globalist 14 marzo 2020

Il governo, con una scelta discutibile ha deciso di non bloccare il coronavirus, sostenendo che sia impossibile e non sono state prese misure per il contenimento dell’epidemia.

Ma nel frattempo anche nel Regno Unito i numeri crescono: i casi di decessi da coronavirus in Gran Bretagna è quasi raddoppiato nelle ultime 24 ore, passando da 11 a 21: lo hanno reso noto le autorità sanitarie britanniche.
Il governo del premier conservatore Boris Johnson ha per ora escluso l'adozione di provvedimenti drastici come in altri Paesi d'Europa, fidando sullo sviluppo dell'immunità di gregge.
Secondo quanto reso noto dal sistema sanitario nazionale britannico tutti i pazienti deceduti facevano parte delle categorie "a rischio"
Il numero totale di casi confermati in Gran Bretagna è salito a 1.140 rispetto ai 798 di venerdì.


Ovviamenti sono numeri che sembrano più modesti rispetto all'Italia anche per un minor numero di tamponi fatto e perché meno morti sono attribuite al virus