Coronavirus, De Blasio si prepara a chiudere New York

In città ci sono 814 casi già confermati. Il sindaco: "Penso che i newyorchesi debbano prepararsi fin da adesso per la possibilità di un ordine di confinamento"

New York

New York

globalist 17 marzo 2020
Mentre la bolla del contagio negli Stati Uniti comincia a gonfiarsi, con 5.139 casi registrati in 49 stati e 97 morti, il sindaco di New York Bill De Blasio sta seriamente pensando di chiudere la città, dove ci sono già 814 casi confermati. In conferenza stampa, De Blasio - che pochi giorni fa aveva avuto uno scontro molto acceso con Trump, che accusava di non prendere sul serio la questione - ha dichiarato: "Penso che i newyorchesi debbano prepararsi fin da adesso per la possibilità di un ordine di confinamento". 
Il picco dei contagi da coronavirus nello Stato di New York non arriverà prima di 45 giorni. Lo ha detto il governatore dello Stato, Andrew Cuomo, citando le proiezioni fatte dagli esperti. Il governatore ha quindi spiegato che a quel punto serviranno almeno 110mila posti letto per far fronte all'epidemia.