Sea Watch denuncia un naufragio tra Malta e Tripoli: si teme la morte di decine di migranti

La Ong: "I quattro barconi - uno con 72 persone a bordo, uno con 47, uno con 55 e l'ultimo con 85 - sono stati segnalati ieri a Sea Watch da Alarm Phone"

Naufragio

Naufragio

globalist 12 aprile 2020
La Ong Sea Watch ha denunciato in un tweet che è molto probabile che molte persone siano morte in mare in seguito a un naufragio di un barcone tra Malta e Tripoli. I migranti, denuncia Sea Watch, erano alla deriva su 4 gommoni e che uno di questi si sia capovolta: "I quattro barconi - uno con 72 persone a bordo, uno con 47, uno con 55 e l'ultimo con 85 - sono stati segnalati ieri a Sea Watch da Alarm Phone, il servizio telefonico per i migranti in difficoltà. Era stata la stessa Sea Watch a chiedere l'intervento del Commissario europeo per i diritti umani "per chiarire che i diritti delle persone salvate in mare devono essere garantiti a prescindere da quale sia la nave che li soccorre". L'Ong ha quindi spiegato che l'agenzia europea Frontex ha oggi segnalato i barconi in mare, di cui uno capovolto.