Il Vaticano ha tolto la qualifica di 'cattolico' a 15 ospedali belgi per aver praticato l'eutanasia

La decisione è stata confermata da Papa Francesco: "La Chiesa afferma la sacralità della vita umana, non può collaborare con chi pratica l'eutanasia"

Papa Francesco

Papa Francesco

globalist 6 maggio 2020
Il Vaticano ha tolto la qualifica di 'cattolico' a un'organizzazione di 15 ospedali in Belgio che praticano l'eutanasia. La decisione è stata confermata da Papa Francesco ed è stata comunicata con una lettera del cardinale Luis Ladaria, prefetto della Congregazione per la dottrina della Fede. 
Gli ospedali coinvolti nella vicenda sono legati alla congregazione religiosa dei 'Fratelli della Carità' ma hanno comunque continuato ad applicare la legge belga sull'eutanasia. 
Ma la posizione del Vaticano è chiara: la Chiesa Cattolica, è scritto nella lettera, afferma "il valore sacro della vita umana, l'importanza di prendersi cura e di accompagnare i malati e i disabili e ripudia la morale inaccetabile dell'eutanasia". Gli ospedali, quindi, non hanno più alcun legame con la Chiesa. 
René Stockman, superiore generale dei Fratelli della Carità, ha commentato: "Nulla è ancora deciso, ma chiederemo ai pochi religiosi che ancora partecipano alla gestione di lasciarla. È una decisione dolorosa. Questi ospedali sono all’origine della congregazione, nel 1815 siamo stati i primi a prenderci cura dei malati psichiatrici in Belgio".