Nonostante il lockdown va a surfare: ucciso da uno squalo bianco in California

Il 26enne, molto conosciuto nella zona, è stato soccorso ma le ferite riportate erano troppo gravi

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

globalist 11 maggio 2020
Tragedia a Santa Cruz, in California. Un noto surfista, il 26enne Ben Kelly, è stato ucciso da uno squalo bianco al largo di Manresa State Beach. Il ragazzo si è tuffato in mare nonostante il divieto di accedere alla spiaggia dalle 11 alle 17 per evitare assembramenti per via del coronavirus.

Il 26enne, che non solo amava cavalcare le onde ma anche costruire tavole da surf, è stato raggiunto dai soccorritori e trasportato velocemente a riva, ma le ferite riportate erano troppo gravi ed è morto prima di arrivare in ospedale. 

Quello a Ben Kelly è il terzo attacco mortale da parte di uno squalo bianco dal 1984, quando un 28enne venne ucciso a Pigeon Point. Un'altra morte avvenne nel 2004, quando un sub 50enne venne ammazzato vicino a Kibeseliah Rock, nella contea di Mendocino.