Il sindaco di Minneapolis sulla morte di George Floyd: "Perché il poliziotto non è in galera?"

Jacob Frey primo cittadino della principale città del Minnesota partecipa alle proteste:"George Floyd merita giustizia, la sua famiglia merita giustizia, la comunità nera e la città meritano giustizia".

Manifestazioni per la morte di George Floyd a Minneapolis

Manifestazioni per la morte di George Floyd a Minneapolis

globalist 27 maggio 2020
Almeno qualcuno che lo ha detto c’è. Ma dietro questa morte terribile e dietro l’impunità dell’agente assassino c’è il marciume del sistema americano nella quale la polizia ha troppo spesso la licenza d’uccidere.
Lo stesso sistema che qualche sovranista trumpiano vorrebbe importare nella nostra civiltà giuridica negando il reato di tortura e aumentando la protezione di coloro che tra le forze di polizia mostrano un’indole violenta.
Il sindaco di Minneapolis, Jacob Frey, ha esortato oggi le autorità ad arrestare l'agente di polizia bianco che ha soffocato, provocandone la morte, l'afroamericano George Floyd. "Perché l'uomo che lo ha ucciso non è in prigione? - ha chiesto durante una conferenza stampa - George Floyd merita giustizia, la sua famiglia merita giustizia, la comunità nera e la nostra città meritano giustizia".
Il sindaco, che non ha l'autorità per incriminare l'agente, ha detto di aver chiesto al procuratore della contea di farlo, senza specificare con quali accuse.