La Merkel gela tutti: "Siamo all'inizio della pandemia, non abbiamo un vaccino o un farmaco"

La cancelliera ha messo in guardia dal rischio di nuovi focolai improvvisi, citando la serie di infezioni in una chiesa di Francoforte e un'altra che è stata fatta risalire a un ristorante della Bassa Sassonia.

Angela Merkel

Angela Merkel

globalist 27 maggio 2020

Finita? Niente affatto, E mentre tanti pensano che sia finita dalla Germania mettono le mani avanti: "Siamo all'inizio della pandemia. Non abbiamo un vaccino o un farmaco".


Lo ha affermato la cancelliera tedesca Angela Merkel nel corso di una videoconferenza con i capi dei governi locali dell'est del Paese, precisando allo stesso tempo che la Germania ha un maggiore controllo sul virus e ringraziando i cittadini per la loro attenzione alle disposizioni del governo.
Riferendosi all'appello ad allentare rapidamente le restrizioni del capo del governo della Turingia, Bodo Ramelow, la Merkel ha messo in guardia dal rischio di nuovi focolai improvvisi, citando la serie di infezioni associate a una chiesa di Francoforte e un'altra che è stata fatta risalire a un ristorante della Bassa Sassonia.
La cancelliera ha quindi indicato in 50 nuove infezioni a settimana, o 35 in alcuni Stati, ogni 100mila persone, come il punto critico in cui devono essere prese misure per prevenire l'aumento dei casi.