Ora il Brasile è il terzo paese al mondo per numero di morti, ma Bolsonaro se ne frega

Solo nelle ultime 24 ore ci sono stati 1.473 morti, mentre i nuovi contagiati sono 30.925, per un bilancio totale di 614.941. I morti sono 34.021.

Jair Bolsonaro

Jair Bolsonaro

globalist 5 giugno 2020

Con 34.021 morti il Brasile supera l'Italia per numero di morti di Covid-19 e si piazza al terzo posto per numero di vittime, dopo Stati Uniti e Gran Bretagna. Solo nelle ultime 24 ore ci sono stati 1.473 morti, mentre i nuovi contagiati sono 30.925, per un bilancio totale di 614.941.

Un ecatombe, insomma. Causata, senza dubbio, dalla follia di Jair Bolsonaro, che continua imperterrito a minimizzare il problema, mostrandosi in pubblico senza mascherina, partecipando ad assembramenti (pochi giorni fa è comparso in sella a un cavallo e ha sfilato tra i suoi sostenitori che chiedono l'abolizione della Corte Suprema) e mostrando un menefreghismo al limite del criminale: solo ieri ha detto che gli dispiace per i morti, ma "tanto dobbiamo morire tutti". Se avesse detto 'chi se ne frega' sarebbe stato lo stesso. 
Il coronavirus in America Latina
Nelle ultime 24 ore c'è stato un netto aumento dei contagi in America Latina giunti a 1.153.938 (+48.829) e dei morti, attestatisi a 59.344 (+2.918), secondo quanto emerge da una statistica elaborata dall'ANSA sulla base dei dati di 34 Nazioni e territori latinoamericani. Guida la classifica, irrefrenabile, il Brasile. lo seguono, distanziati, il Perù (183.198 e 5.031) e il Cile (118.292 e 1.356). Fra le nazioni con più di 5.000 contagi troviamo poi Messico (101.238 e 11.729), Ecuador, che non ha aggiornato le cifre nelle ultime 24 ore, con (40.966 e 3.486), Colombia (35.120 e 1.087), Repubblica Dominicana (18.319 e 520), Argentina (20.197 e 608), Panama (14.609 e 357), Bolivia (11.638 e 400), Guatemala (5.760 e 143) e Honduras (5.690 e 234).