Arrestata la leader di una milizia di destra pro-Bolsonaro: fake news e minacce

Sara Winter (il vero cognome è Giromini) guida il gruppo "I 300 del Brasile" che aveva tentato di fare irruzione nel parlamento. Aveva anche minacciato i giudici della corte suprema

Sara Winter, attivista pro-Bolsobaro

Sara Winter, attivista pro-Bolsobaro

globalist 15 giugno 2020

Ora sui canali social dell’opposizione al presidente fascista ironizzano: chiusa aspettando Bolsonaro, perché molti danno per probabile che prima o poi l’estremista dio destra al potere finisca dietro le sbarre.


La polizia federale brasiliana ha arrestato a Brasilia la leader di un gruppo di estrema destra che sostiene il presidente Jair Bolsonaro. L'arresto di Sara Winter, ex attivista femminista convertita all'estrema destra sessista brasiliana, a capo del gruppo '300 dal Brasile' ha fatto scalpore.


La Winter, il cui vero cognome è Giromini, è sotto inchiesta per una rete di diffusione di fake news. Tre settimane fa ha postato un video con minacce contro il giudice della Corte Suprema Alexandre de Moares, dopo che gli inquirenti avevano condotto un'operazione contro il suo movimento in sei stati brasiliani. L'arresto avviene su mandato di Moraes.


La procura ritiene il gruppo "300 dal Brasile" una milizia armata.


Nella notte fra sabato e domenica, la polizia è intervenuta a Brasilia contro un presidio del gruppo nella spianata davanti alle sedi delle istituzioni, dopo che una ventina di attivisti avevano tentato di fare irruzione nel parlamento.