Follia Bolsonaro: invita la gente a 'invadere' i reparti Covid per dimostrare che l'epidemia non c'è

Il Procuratore generale del Brasile Augusto Aras ha chiesto di aprire un'indagine: il presidente ha detto ai suoi fan di entrare negli ospedali e fotografare i posti letto

Jair Bolsonaro

Jair Bolsonaro

globalist 16 giugno 2020

La vergogna di un fascista che in un qualsiasi paese civile dovrebbe nascondersi per la vergogna.


Il Procuratore generale del Brasile Augusto Aras ha chiesto di aprire un'indagine dopo che si sono verificate diverse invasioni di ospedali nel Paese in seguito alla richiesta del presidente Jair Bolsonaro ai cittadini di ispezionare le condizioni dei reparti Covid-19 da soli.


Aras ha inviato la richiesta a diversi procuratori di stato, tra cui San Paolo e Brasilia, dove si sono verificate le invasioni degli ospedali, in particolare il 4 e il 9 giugno.


Il 4 giugno alcuni parlamentari, tra cui deputati del partito di Bolsonaro, hanno fatto irruzione nel reparto per i pazienti affetti da coronavirus a San Paolo e hanno fatto foto delle stanze, dei pazienti, senza alcuna autorizzazione, ha denunciato il sindaco a Cnn Brasil. "Questo comportamento minaccia l'integrità dei coraggiosi professionisti che si dedicano a contrastare una crisi sanitaria senza precedenti nella storia del Paese", ha detto Aras.


Lo scorso giovedì in una diretta Facebook Bolsonaro, che ha sempre criticato gli allarmismi sull'epidemia, ha chiamato i cittadini a entrare negli ospedali e registrare di persona le condizioni per "mostrare se i letti sono pieni o meno". In Brasile si contano 888.271 casi di contagio, il secondo bilancio del mondo dopo gli Stati Uniti.