Il fascista Bolsonaro perde i pezzi: si dimette anche il ministro dell’istruzione

Il ministro dell'Istruzione brasiliano, Abraham Weintraub, ha annunciato le proprie dimissioni in un video postato su Twitter in cui appare al fianco del presidente Jair Bolsonaro

Bolsonaro e il ministro dell'Istruzione brasiliano, Abraham Weintraub

Bolsonaro e il ministro dell'Istruzione brasiliano, Abraham Weintraub

globalist 19 giugno 2020
Un fascista pericoloso che perde i pezzi mentre è impegnato in una personale battaglia contro la Corte suprema che più volta ha bloccato i suoi deliranti progetti,
Il ministro dell'Istruzione brasiliano, Abraham Weintraub, ha annunciato le proprie dimissioni in un video postato su Twitter in cui appare al fianco del presidente Jair Bolsonaro: "Questa volta è vero, lascio il ministero dell'Istruzione".
Sono già diversi i ministri che hanno lasciato il governo di Bolsonaro, tra cui gli ultimi due titolari della Sanità entrati in contrasto con il presidente nella gestione della pandemia di Covid-19. Al contrario Weintraub è un forte sostenitore del capo di Stato, definito su Twitter "il miglior presidente del Brasile!".
 Secondo quanto riportato dall'emittente brasiliana G1, Bolsonaro avrebbe voluto che Weintraub rimanesse in carica, ma ha ceduto alle pressioni dei suoi più stretti collaboratori a fronte delle sue accese dichiarazioni contro i giudici della Corte suprema, impegnata in diverse inchieste sul presidente e il suo entourage.
Nel video Bolsonaro dichiara che si tratta di "un momento difficile", ma che "non smetteremo mai di lottare per la libertà".