Una sentenza di una corte brasiliana costringe Bolsonaro a indossare la mascherina

Se non lo fa il Presidente dovrà pagare una multa di 2.000 real. Secondo la magistratura, il governo federale deve pretendere l'uso della protezione anche da parte di tutto il personale in servizio.

Jair Bolsonaro

Jair Bolsonaro

globalist 23 giugno 2020
Nonostante il Brasile sia diventato il secondo paese più colpito al mondo dal Covid-19, con oltre 50.000 morti, il Presidente Bolsonaro insiste nel non voler portare la mascherina in pubblico e addirittura scherniva chi lo faceva, con frasi del tipo "tutti dobbiamo morire", "ne uccide di più la crisi economica" e "i veri uomini non si prendono il Coronavirus". Almeno fino ad oggi, perché una Corte di giustizia ha sentenziato che anche lui è obbligato a indossare la mascherina, pena una multa di 2.000 real. Lo riporta il sito brasiliano G1, riferendo della causa intentata da un avvocato. Secondo la magistratura, il governo federale deve pretendere l'uso della protezione anche da parte di tutto il personale in servizio.
In Brasile è in corso una vera guerra (che per certi versi ricorda quella che si combatte qui tra i giudici e Matteo Salvini) tra la Corte Suprema brasiliana e i due Bolsonaro, padre e figlio. Flavio Bolsonaro, infatti, è accusato di corruzione e di riciclaggio di denaro, in un'inchiesta che recentemente ha avuto una svolta importante, con l'arresto dell'ex autista e capo della sicurezza di Bolsonaro jr. Il padre, che difende il figlio a spada tratta, è recentemente sceso in piazza a cavallo, in mezzo alla folla che chiedeva lo scioglimento della Corte Suprema. Ovviamente anche lì senza alcuna traccia di mascherina.