Covid-19 dilaga negli Usa ma Fauci fatica a convincere i governatori a rafforzare la prevenzione

Il virologo italo-americano ha esortato i governatori di Ohio, Tennessee, Kentucky e Indiana di adottare misure per controllare il virus.

Anthony Fauci

Anthony Fauci

globalist 31 luglio 2020

Se da noi in Italia ci lamentiamo dei negazionisti, dalle altre parti non è che stiano meglio. Negli Stati Uniti, ad esempio, una consolidata cultura reazionaria ha visto nei lockdown un tentativo 'comunista' (e perché no fascista o nazista?) di limitare la libertà delle persone, pandemia o non pandemia.

Il fronte della diffusione del coronavirus si potrebbe allargare ad altri stati americani. E' l'allarme lanciato da Anthony Fauci che, in un'intervista a Abc News, ha esortato i governatori di Ohio, Tennessee, Kentucky e Indiana di adottare misure per controllare il virus.
Il direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases infatti ha sottolineato come, dopo "l'allarmante" impennata di casi di Covid in Florida, Texas, California ed Arizona, ora gli esperti si stanno concentrando su "un gruppo di altri stati" dove si sta registrando un, ancora contenuto, aumento della percentuale dei positivi.
Questo, ha continuato il virologo, "è un segnale certo che ci si potrebbe trovare negli stessi problemi in cui si sono trovati gli stati del Sud" che ora sono l'epicentro dell'epidemia.


Fauci ha spiegato che, insieme a Deborah Birx, la coordinatrice della task force della Casa Bianca, ha avuto nei giorni scorsi dei colloqui con i governatori di questi stati per esortarli a rafforzare le misure di prevenzione.