A Liverpool festa, balli e canti in piazza prima del lockdown. Un medico: “Sono disgustato”

Il giorno prima del lockdown imposto da Johnson, decine di persone si sono ritrovate in piazza senza mascherina per festeggiare. Il medico: “Non si preoccupano che la gente muoia per questo virus”

Coronavirus a Liverpool

Coronavirus a Liverpool

globalist 14 ottobre 2020

Decine di persone si sono ritrovate in una piazza a Liverpool per dar vita a una vera e propria festa proprio la sera prima del lockdown imposto da Boris Johnson.

Le regole anti-Covid non sono state rispettate, visto che nessuno indossava la mascherina e non c’era distanziamento sociale. 

La polizia è dovuta intervenire per ristabilire le condizioni di sicurezza. 

A causa del numero dei contagi, la città inglese è stata inserita al livello più alto di allerta.

Disposto quindi il divieto di incontri nelle case e chiusura di pub e i bar, così come di palestre, centri ricreativi, negozi di scommesse e casinò. 

Restano, invece, aperti negozi al dettaglio, scuole e università.

“Sebbene comprendiamo quanto le nuove regole siano frustranti per alcuni - ha commentato il sovrintendente capo Peter Costello - continueremo a consigliare a tutti di rispettarle, compreso il mantenimento delle distanze sociali per la sicurezza di tutti".

A testimonianza di quanto accaduto a Liverpool ci sono numerosi video pubblicati sui social network.

 

Le immagini hanno fatto infuriare un medico della zona che, a Sky News, ha commentato: "Non si preoccupano che le persone muoiano per questa malattia, è straziante da guardare". 

Sottolineando che gli ospedali sono in emergenza, un altro ha detto: "Temo che ci stiamo dirigendo verso un disastro. Poi vedi le folle che si comportano in questo modo. Sono davvero devastato e disgustato"