Per placare Trump, i microfoni del prossimo dibattito con Biden saranno spenti

Una decisione dovuta al fatto che all'ultimo dibattito Donald Trump si è comportato da incivile, puntando tutto sul far crollare l'avversario interrompendolo continuamente.

Trump e Biden

Trump e Biden

globalist 20 ottobre 2020

Durante il prossimo dibattito tra Donald Trump e Joe Biden, che avrà luogo il 22 ottobre, i microfoni de due contendenti saranno spenti quando non sarà il loro turno di parlare. Una decisione dovuta al fatto che all'ultimo dibattito Donald Trump si è comportato da incivile, puntando tutto sul far crollare l'avversario interrompendolo continuamente. Stavolta non gli sarà possibile e infatti il suo staff ha gà protestato. 

Il campaign manager di Trump, Bill Steipen, ha dichiarato infatti: "Il presidente si è impegnato a dibattere con Joe Biden a prescindere dal cambio di regola dell’ultimo minuto da parte di una commissione faziosa nel suo ultimo tentativo di avvantaggiare il suo candidato preferito". Trump ha da ridire anche sulla moderatrice, Kristen Welker, considerata troppo di parte. 
Ma lo staff di Biden replica: "La campagna di Trump sta mentendo ora perché il presidente teme di dover rispondere ad altre domande sulla sua disastrosa risposta alla pandemia". I temi scelti sono: a pandemia, le famiglie americane, la questione razziale, il cambiamento climatico, la sicurezza nazionale e la leadership.