Bolsonaro aspetta a congratularsi: "Aspetta la fine di questo pasticcio sui voti fraudolenti"

Lo ha dichiarato il vicepresidente del Brasile, Hamilton Mourao, senza citare il nome di Joe Biden.

Bolsonaro e Trump

Bolsonaro e Trump

globalist 9 novembre 2020

Un essere spregevole come il suo amico che della Casa Bianca: negazionista, nemico della scienza, nemico dell’ambiente.

Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro, stretto alleato di Donald Trump, si congratulerà "a tempo debito" con il candidato "che sarà stato eletto" presidente degli Stati Uniti: lo ha dichiarato il vicepresidente del Brasile, Hamilton Mourao, senza citare il nome di Joe Biden.

Bolsonaro è uno dei leader mondiali a non essersi congratulato con il presidente eletto, due giorni dopo l'annuncio della vittoria del candidato democratico su Donald Trump. Il presidente americano rifiuta di riconoscere la sua sconfitta e il suo entourage ha moltiplicato i ricorsi legali.

"Credo che il presidente Bolsonaro stia aspettando la fine di questo pasticcio, della discussione sui voti fraudolenti (...) prima di decidere", ha detto il generale Mourao. Il Brasile di Bolsonaro sta così seguendo le orme di paesi come Russia, Cina e Messico, che in questa fase si sono astenuti dal congratularsi con Joe Biden

"Penso che questa settimana le questioni in sospeso saranno risolte, che la situazione tornerà alla normalità; ci stiamo preparando per il nuovo rapporto che dovrà essere stabilito" con Washington, ha concluso il vicepresidente brasiliano.

L'elezione di Joe Biden alle presidenziali americane è un duro colpo per Jair Bolsonaro, spesso soprannominato il "Trump dei tropici", che si ritrova isolato dopo aver sostenuto fino in fondo il presidente uscente, suo modello.