Trump perde la testa e caccia il capo del Pentagono Mark Esper

Al suo posto Christopher Miller. Miller, che è direttore del Centro antiterrorismo nazionale. Le frizioni da quando Esper non volle mandare l'esercito a contrastare le manifestazioni per la morte di George Floyd

Mark Esper e Trump

Mark Esper e Trump

globalist 9 novembre 2020

Ha perso la testa e da qui a gennaio con i pieni poteri presidenziali potrà fare follie: adesso presidente uscente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato su Twitter di avere licenziato il segretario alla Difesa, Mark Esper, e di avere nominato al suo posto Christopher Miller. Miller, che è direttore del Centro antiterrorismo nazionale, diventerà segretario ad interim "con effetto immediato".
Il rapporto sempre più teso di Esper con Trump lo ha portato a preparare una lettera di dimissioni settimane fa, nel tentativo di creare un'uscita senza scossoni, anticipando l'eventuale decisione del presidente di licenziarlo, hanno riferito diverse fonti alla Cnn.


Le tensioni tra Esper e Trump si sono acuite dopo che a giugno il segretario alla Difesa aveva dichiarato di non sostenere l'uso di truppe in servizio attivo per sedare le proteste su larga scala negli Stati Uniti innescate dalla morte di George Floyd per mano della polizia.

Esper ha anche detto che le forze militari dovrebbero essere utilizzate in un ruolo di polizia solo come ultima risorsa.