Bolsonaro continua a negare l'evidenza ma il suo vicepresidente ammette: "La vittoria di Biden è irreversibile"

Bolsonaro per il momento ha evitato di riconoscere la vittoria del presidente eletto ed ha risposto duramente a Biden per le sue dichiarazioni sugli incendi in Amazzonia.

Hamilton Mourao

Hamilton Mourao

globalist 13 novembre 2020
Nonostante Trump continui a proclamarsi vincitore, anche i più irriducibili alleati stanno capitolando e ammettendo, a malincuore, che la vittoria di Joe Biden sia assolutamente lecita. A parte i personaggi che non contano nulla come Marine Le Pen, che dall'alto delle sue inesistenti cariche istituzionali ha detto di non riconoscere la vittoria di Biden, l'unico caso eclatante è il Brasile di Jair Bolsonaro, grande amico di Trump, che parla ovviamente di brogli elettorali. 
Ma non sembra essere d'accordo il suo vicepresidente, Hamilton Mourao, che pur parlando - lo specifica - a titolo personale, ha dichiarato che la vittoria di Biden è "sempre più irreversibile".
Bolsonaro per il momento ha evitato di riconoscere la vittoria del presidente eletto ed ha risposto duramente a Biden per le sue dichiarazioni sugli incendi in Amazzonia. Ma Mourao ha gettato acqua sul fuoco delle polemiche esortando alla calma in attesa di vedere quali politiche adotterà Biden quando assumerà l'incarico.