Psg e Istanbul Basaksehir in ginocchio a centrocampo contro il razzismo

La partita era stata interrotta martedì dopo che il quarto uomo, Sebastian Coltescu, aveva insultato il vice-allenatore di colore della squadra turca. Oggi si è giocato di nuovo

Psg e Istanbul Basaksehir

Psg e Istanbul Basaksehir

globalist 9 dicembre 2020

Dopo una serata da dimenticare la riparazione: Psg e Istanbul Basaksehir contro il razzismo nella prosecuzione della partita interrotta ieri dopo che il quarto uomo, Sebastian Coltescu, si era rivolto in maniera razzista verso il vice allenatore della formazione turca definendolo "ne*ro".

Le squadre sono tornate in campo mandando chiari messaggi: durante il riscaldamento hanno indossato una maglia bianca con i loghi dei due club e la scritta "No to racism" e prima del calcio d'inizio tutti i giocatori si sono inginocchiati sul cerchio di centrocampo alzando un pugno.

Alla fine la partita è terminata 5-1 per i francesi con tre gol di Neymar e due di Mbappé. Alla fine Psg e Lipsia sono passati agli ottavi di Champions League.