Il ministro tedesco allude a Trump: "Chi ha istigato è responsabile delle violenze"

Heiko Maas ha esortato gli Stati Uniti a ritenere responsabili le persone che hanno incitato l'assalto al Campidoglio di Washington

Il  ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas

Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas

globalist 14 gennaio 2021
Un estremista: il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha esortato gli Stati Uniti a ritenere responsabili le persone che hanno incitato l'assalto al Campidoglio di Washington del 6 gennaio, una frecciata indiretta al presidente Donald Trump. Parlando durante un dibattito parlamentare a Berlino, Maas ha invitato il partito democratico a ''serrare i ranghi'' contro i nemici della democrazia.
"Per farlo - ha detto - è necessario ritenere responsabili coloro che hanno provocato tale escalation. Ciò include i rivoltosi violenti e i loro istigatori. Coloro che fomentano portano il peso della responsabilità". E, nonostante abbia affermato di non avere il diritto di giudicare l'impeachment, Maas ha sottolineanto di considerarlo "un'espressione della necessità americana di non lasciare senza conseguenze il danno alle loro istituzioni democratiche".