I risultati della pazzia di Bolsonaro: la variante amazzonica dilaga incontrollata in tutto il Brasile

La variante P1 risulta essere più contagiosa e nella maggioranza degli Stati dove sono stati riscontrati positivi ci sono casi di trasmissione locali

Brasile

Brasile

globalist 19 febbraio 2021
Ecco i risultati della politica folle di Bolsonaro, fatta di negazionismo del virus e spacconaggine: la variante scoperta nello stato di Amazonas e conosciuta con la dicitura P1 si sta diffondendo in tutto il Brasile. Per il momento sono stati trovati casi a Bahia, Espírito Santo, Pará, Paraíba, San Paulo, Roraima, Ceará, Piauí, Santa Catarina, Rio de Janeiro e Rio Grande do Sul. 
La variante P1 risulta essere più contagiosa e nella maggioranza degli Stati citati già ci sono casi di trasmissione locali: questo vuol dire che le persone contagiate non sono state a Manaus e non hanno avuto contatti con persone che sono state in questa regione. La ricercatrice di biomedicina e docente dell'Università federale di Rio Grande do Sul (Ufrgrs), Mellanie Fontes-Dutra, spiega in un'intervista all'agenzia Dire quali sono le differenze tra la nuova variante e quelle che già circolavano in Brasile dall'inizio della pandemia: "La P1 presenta alcune mutazioni, ma almeno due sono meritevoli di attenzione, dato che sappiamo che possono avere un potenziale di maggiore trasmissione e di evasione alla risposta immunologica".
Secondo la ricercatrice, entrambe le mutazioni sono caratterizzate dalla modalità con la quale il virus attacca l'organismo della persona infettata. Alterazioni di questo tipo sono presenti anche nelle altre varianti, come quella originata in Sudafrica e quella in Inghilterra.
Nella città di San Paolo finora sono state registrate nove casi della variante amazzonica. Solo uno di questi riguardava un residente di Manaus, mentre per tutti gli altri si tratta di residenti della capitale paulista. Il primo caso di trasmissione locale della variante di Manaus nella città più popolosa del Brasile è stato confermato dalla Segreteria di salute la scorsa domenica. In tutto lo Stato di San Paolo sono state confermate 25 persone positive alla mutazione amazzonica. Secondo la docente, le misure di sicurezza, come l'uso corretto della mascherina, il distanziamento sociale e l'igenizzazione delle mani, continuano a essere molte importanti, anche per prevenire la diffusione delle nuove varianti.
"Ogni volta che lasciamo che l'agente patogeno circoli e infetti nuove persone in modo non controllato, senza aderire alle misure di protezione - sottolinea Fontes-Dutra - permettiamo che il virus si riproduca di più, aumentando le possibiltà che emergano nuove varianti".