L'Oms: "La morte di Attanasio ricorda i rischi per gli operatori umanitari nel Congo"

La direttrice dell'ufficio Africa dell'Organizzazione mondiale della Sanità ha parlato nel briefing sulle campagne di vaccinazione nel continente, porgendo le sue condoglianze

Matshidiso Moeti

Matshidiso Moeti

globalist 25 febbraio 2021

La direttrice dell'ufficio Africa dell'Organizzazione mondiale della Sanità (Oms), Matshidiso Moeti, ha parlato dell’agguato subito da Luca Attanasio, che ha portato all’uccisione del diplomatico, del carabiniere e dell’autista che li stava traportando.

“L'omicidio dell'ambasciatore italiano nella Repubblica democratica del Congo, Luca Attanasio, nell'attacco messo a segno da uomini armati contro un convoglio del Programma alimentare mondiale (Pam), ci ricorda i rischi che le squadre di intervento e gli operatori umanitari devono affrontare nel Nord Kivu. Porgo le mie più sentite condoglianze”.

Così, nel briefing alla stampa sulle campagne di vaccinazione in corso nel continente africano per il Covid-19 e l'Ebola.