Le indagini: il carabiniere Iacovacci non ha sparato durante l'agguato

La pistola, trovata dagli investigatori congolesi nel fuoristrada aveva nel caricatore tutti i proiettili: in corso le indagini del Ros

Vittorio Iacovacci

Vittorio Iacovacci

globalist 25 febbraio 2021

Emerge una ricostruzione sempre più chiara dopo le indagini dei Ros, sotto il coordinamento della Procura di Roma, dopo l’agguato in Congo che ha ucciso il diplomatico Luca Attanasio, il carabiniere Iacovacci e l’autista che li trasportava.

Non avrebbe sparato alcun colpo di pistola il carabiniere Vittorio Iacovacci: è un primo dettaglio acquisito dalla supervisione sulla pistola del militare dell'Arma.

La pistola, trovata dagli investigatori congolesi nel fuoristrada in cui si trovavano i due connazionali e consegnata ai carabinieri del Ros, aveva nel caricatore tutti i proiettili ed è stata acquisita e riportata in Italia insieme agli indumenti che indossava Iacovacci.