Sanchez promette: "In Spagna lo stato d'emergenza non sarà esteso dopo il 9 maggio"

Il primo ministro ha anche promesso che 33 dei 47 milioni di spagnoli saranno vaccinati contro il covid-19 entro la fine di agosto

Pedro Sanchez, primo ministro spagnolo

Pedro Sanchez, primo ministro spagnolo

globalist 6 aprile 2021
Il primo ministro spagnolo, Pedro Sanchez, ha esternato l'intenzione di non volere estendere ulteriormente lo stato d'emergenza per il coronavirus, che scade il 9 maggio."Vogliamo che il 9 maggio sia un punto finale".

Sanchez ha anche promesso che 33 dei 47 milioni di spagnoli saranno vaccinati contro il covid-19 entro la fine di agosto.
"Riuniremo tutte le forze per vaccinare senza sosta. Sarà il principale compito del governo", ha promesso.
Al momento 5,9 milioni di cittadini hanno ricevuto la prima dose e 2,85 anche la seconda.

Fra i paesi più colpiti dalla pandemia, la Spagna ha visto ora calare i contagi, che negli ultimi giorni hanno registrato un'incidenza di 77 casi su 100mila abitanti.