I franchisti di Vox puntano a presiedere il consiglio regionale di Madrid

Abascal ha detto che "non c'è ancora un accordo" con il Pp e che ha offerto il suo sostegno ad Ayuso "in cambio di niente", e che per questo si aspetta "reciprocità" e un gesto di "generosità".

Santiago Abascal

Santiago Abascal

globalist 14 maggio 2021
Brutti scenari in Spagna. "Il consiglio regionale di Madrid è un luogo molto importante che noi accetteremmo, e la sua presidenza potrebbe essere occupata da diversi parlamentari di Vox": lo ha detto in un'intervista trasmessa sulla radio Cadena Cope Santiago Abascal, leader della formazione di ultradestra spagnola, che ha ottenuto 13 seggi alle ultime amministrative madrilene e promesso il suo appoggio alla popolare Isabel Díaz Ayuso per la sua conferma come presidente regionale. La candidata del Partito Popolare (Pp) ha stravinto le elezioni ma senza raggiungere la maggioranza assoluta, per cui avrà bisogno di un sostegno da parte di Vox.

Abascal ha detto che "non c'è ancora un accordo" con il Pp e che ha offerto il suo sostegno ad Ayuso "in cambio di niente", e che per questo si aspetta "reciprocità" e un gesto di "generosità".
Ayuso gli ha risposto sul canale televisivo Antena 3: secondo lei, per un gruppo politico che ha 13 consiglieri su 136 "forse sarebbe troppo" ottenere la presidenza del consiglio. Tuttavia, ha anche detto che bisogna "essere generosi" e che "si vedrà" su che punti si metteranno d'accordo il suo partito e Vox.