Con la scusa del Covid in Bielorussia è vietato emigrare

L'opposizione denuncia il timore delle autorità di una fuga di cervelli già in atto da tempo e accelerata dalle proteste contro la rielezione di Lukashenko

Proteste in Bielorussia contro il regime di Lukashenko

Proteste in Bielorussia contro il regime di Lukashenko

globalist 31 maggio 2021
Dallo scorso dicembre, i bielorussi privi di permesso di soggiorno in un altro Paese non potevano lasciare il loro in treno o in auto.
Ora un nuovo regolamento introdotto oggi rende praticamente impossibile lasciare il Paese. 
Ora anche chi è in possesso di tali documenti non potrà espatriare. Il governo ha giustificato le nuove misure citando la pandemia di covid, ma l'opposizione denuncia il timore delle autorità di una fuga di cervelli già in atto da tempo e accelerata dalle proteste contro la rielezione di Aleksandr Lukashenko a Presidente la scorsa estate.
La compagnia aerea nazionale Belavia ha cancellato i voli per tutti i Paesi dell'Unione europea dopo che diverse compagnie aeree avevano scelto di sorvolare la Bielorussia.