L'Onu: "Restiamo in Afghanistan a fianco del popolo che soffre"

Le parole del segretario generale Antonio Guterres. Intanto la Russia e la Francia lavorano per portare a termine le evacuazioni

Talebani

Talebani

globalist 25 agosto 2021

La situazione è caotica e tutte le evoluzioni sono possibili. Da nuovi scontri ad una sorta di 'pax' armata in attesa (se mai ci sarà) del governo 'inclusivo' promesso dai talebani.

Di Certo le Nazioni Unite cercheranno di essere presenti.  "Le Nazioni Unite hanno lavorato con e per il popolo afghano per decenni. Noi restiamo in quel Paese e continueremo a restarci e a fare tutto quanto possiamo per la sicurezza del nostro personale e per servire il popolo afghano che ha molto sofferto". 

Sono state le parole del segretario generale Antonio Guterres

Le evacuazioni della Francia

"È "molto probabile" che domani la Francia concluderà le operazioni di evacuazione dei suoi cittadini e partner dall'Afghanistan. Lo ha annunciato il ministro francese per gli Affari europei, Clement Beaune, durante un'intervista all'emittente "CNews'.

Altri quattro aerei dalla Russia

Quattro aerei per il trasporto militare verranno inviati dalla Russia in Afghanistan per l'evacuazione di oltre 500 persone. Lo ha riferito in una nota il ministero della Difesa russo precisando che i velivoli, su indicazione del ministro Sergei Shoigu, sono in attesa di decollare dalla città russa di Ulyanovsk. A bordo dei quattro velivoli saranno evacuati da Kabul cittadini russi, ma anche cittadini degli Stati membri dell'Organizzazione del Trattato di sicurezza collettiva e dell'Ucraina.