Emergency: "Dopo l'attentato sono arrivati 60 tra feriti e vittime, abbiamo lavorato tutta la notte"

La presidente Rossella Miccio: "La situazione è piuttosto critica, 16 persone sono arrivate già morte"

Emergency dopo l'attentato di Kabul

Emergency dopo l'attentato di Kabul

globalist 27 agosto 2021

Se servisse un’ulteriore dimostrazione sull’importanza di Emergency nel mondo, è giusto riportare anche il durissimo lavoro da compiere a Kabul, in giorni così duri e in seguito a un tragico attentato.

Il Centro chirurgico per vittime di guerra di Emergency a Kabul ha ricevuto ieri 60 tra feriti e vittime degli attentati all'aeroporto della capitale afgana in meno di due ore: lo ha detto alla Bbc la presidente di Emergency, Rossella Miccio.
"Le tre sale operatorie dell'ospedale hanno lavorato tutta la notte" e "l'ultimo paziente è stato operato alle 4" di questa mattina, ha detto Miccio, precisando che almeno 16 persone sono state dichiarate morte al loro arrivo nella struttura.Miccio, che non si trova in Afghanistan, ha aggiunto che alcuni pazienti rimangono in terapia intensiva: "Quindi la situazione è ancora piuttosto critica", ha commentato.