L'appello della resistenza: fermate il genocidio nel Panjshir

La resistenza afferma che i Talebani continuano gli attacchi deliberati e su larga scala contro i civili.

Talebano

Talebano

globalist 8 settembre 2021
Il Fronte di resistenza nazionale dell'Afghanistan ha rivolto un appello alla comunità internazionale, l'Onu e altre organizzazioni regionali e internazionali per fermare il genocidio dei Talebani nella valle del Panshir.
Ha quindi definito "illegale" il governo ad interim. La resistenza afferma che i Talebani continuano gli attacchi deliberati e su larga scala contro i civili.
Nonostante vogliano mostrare un volto rassicurante, facendo finta di tollerare le proteste dei cittadini afghani, ieri i Talebani sono usciti allo scoperto esibendo la loro vera natura, ossia quella di persone violente che sopprimono i tumulti con la violenza.
Due persone sono infatti morte e altre 8 sono rimaste ferite dopo una manifestazione a Herat contro i Talebani.
Lo ha riferito un medico. I cadaveri sono stati trasporti nell'ospedale locale dal luogo della protesta, ha raccontato il medico che ha chiesto di non essere identificato per timori di rappresaglie. "Hanno tutti ferite da arma da fuoco", ha detto.