Gli scagnozzi di Bolsonaro minacciano di invadere la corte suprema: rafforzata la vigilanza

I sostenitori del fascista omofobo al potere accusano la magistratura di essere politicizzata in favore della sinistra e di agire al di fuori della Costituzione

Adunata dei sostenitori di Bolsonaro

Adunata dei sostenitori di Bolsonaro

globalist 9 settembre 2021

Un fascista al potere che tramite i suoi scagnozzi cerca di intimidire la magistratura.
Un cordone di sicurezza rinforzato è stato installato attorno alla sede della Corte suprema brasiliana (Stf), con agenti armati fino ai denti di fronte alle minacce di invasione lanciate da gruppi di sostenitori del presidente della Repubblica Jair Bolsonaro, che rimangono accampati davanti ai palazzi del potere, a Brasilia, da martedì scorso, quando hanno avuto luogo le manifestazioni a favore e contro il governo.

Ieri c'è stato un tentativo di irruzione nel ministero della Salute, mentre un centinaio di tir ha occupato la Spianata dei Ministeri in segno di protesta contro il blocco della polizia.

In un video, uno dei leader dei camionisti promette l'occupazione a oltranza finché non verrà destituito il giudice della Stf, Alexandre de Moraes, accusato dai simpatizzanti del leader di estrema destra di aver fatto "prigionieri politici" e di "agire fuori dalla Costituzione".