Bolsonaro l'amico dei no-vax presenta la stessa ricetta di Salvini e Meloni: "No green pass e cure precoci"

Nel suo intervento all'Assemblea generale dell'Onu il presidente del Brasile ha illustrato le sue posizioni sul Covid

Bolsonaro all'Assemblea generale dell'Onu

Bolsonaro all'Assemblea generale dell'Onu

globalist 21 settembre 2021
La retorica della destra è la stessa in tutto il mondo: no-vax e negazionisti sono riusciti in una sorte di internazionale nera e dell’antiscienza.
Il presidente brasiliano Jair Bolsonaro, nel suo intervento all'Assemblea generale dell'Onu ha detto che il suo governo è contrario al passaporto sanitario ma sostiene la spinta a vaccinarsi contro il Covid-19.
"Noi sosteniamo la vaccinazione ma il nostro governo è contrario al passaporto sanitario o a qualsiasi obbligo legato ai vaccini" ha detto il presidente, convinto no vax.
Bolsonaro ha quindi ricordato di aver sostenuto la ricerca di cure precoci contro il coronavirus. "Rispettiamo la relazione medico-paziente nel decidere quale farmaco usare e il suo uso off-label.
Non capiamo perché molti paesi, insieme a gran parte dei media, si siano messi contro il trattamento precoce. La storia e la scienza sapranno rendere conto a tutti" ha concluso.