Tentato golpe di Capitol Hill: citati a giudizio quattro collaboratori di Trump tra cui Bannon

La Commissione della Camera Usa che sta indagando sull'assalto al Campidoglio dello scorso 6 gennaio, ha emesso quattro mandati di comparizione

Steve Bannon e Donald Trump

Steve Bannon e Donald Trump

globalist 24 settembre 2021

Un vero e proprio tentativo di golpe per impedire con la forza la proclamazione della vittoria di Biden che aveva prevalso in regolarissime elezioni.

La Commissione della Camera Usa che sta indagando sull'assalto al Campidoglio dello scorso 6 gennaio, ha emesso quattro mandati di comparizione nei confronti di ex e attuali collaboratori del presidente Donald Trump.

La prima citazione in giudizio è stata inviata a Mark Meadows, capo dello staff; a Kash Patel, ex funzionario del Pentagono e assistente di lunga data del Comitato di intelligence della Camera; all'ex consigliere di punta della Casa Bianca Steve Bannon; e a Dan Scavino, a capo dei social media di Trump da lunga data.

I quattro collaboratori di Trump dovranno produrre documenti pertinenti alla citazione entro il 7 ottobre e dovranno comparire per le deposizioni la settimana successiva.

"Il comitato ristretto ha rivelato prove credibili del suo coinvolgimento", ha scritto nella citazione il presidente della Commissione di indagine, aggiungendo di avere "informazioni critiche su molti elementi della nostra indagine".

Centinaia di persone coinvolte nell'assalto Campidoglio del 6 gennaio hanno citato le false affermazioni di Trump sulla frode elettorale come un fattore motivante nella decisione di recarsi a Washington.